associazionenoema.it

FESTIVAL DELL'ASCENSIONE 2017

Comprendere non è togliere AURA all'arte,
svelare SUGGESTIONI, togliere effetto ai SENSI,
ma andare oltre questi.
E dunque portar VIA CON SÉ
dal contatto con l'arte
molto più di quanto si possa SOLO SENTIRE.

 

V Edizione
Direttore artistico: Giuditta Comerci


 

--- Dettagli e programmi ---

 

 

Basilica di San Calimero, Milano
Presentazione ore 20.00
Concerto ore 21.00


Informazioni: 347.0660724
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 ---

Nonostante la presenza rilevante di nomi stranieri tra i compositori in programma - Dufay, Isaac, Desprez, Schutz, Scheidt -, come spesso accade nel XVI secolo la produzione artistica è ampiamente italiana: per territorio, perché realizzata tra Firenze, Venezia, Roma; per committenza o dedica, perché sono italiane le corti e le città che hanno dato spazio e motivo alle composizioni; italiani i mecenati che hanno dato occasione, libertà e sostegno agli artisti; italiani gli stampatori che hanno colto la grandezza delle opere e sparsa poi per l'Europa; è italiana l'arte - pittorica, poetica, architettonica, manifatturiera, letteraria, filosofica - che circondava i compositori nel periodo della creatività di cui qui, in questi cinque appuntamenti, si offre esempio.
Al centro del percorso, uno dei più grandi polifonisti italiani del Rinascimento, Giovanni Pierluigi da Palestrina, cui l'Associazione Noema ha dedicato quest'anno particolare attenzione nei seminari di studio proposti, e il carme nuziale più noto al mondo: il "Cantico dei Cantici". Il Presidente della Associazione Biblica della Svizzera Italiana (absi.ch), il Prof. Ernesto Borghi, farà da guida a un percorso tra le strutture, i significati e i 'non-significati' di questo straordinario testo letterario; gli farà eco il Maestro Walter Testolin, che introdurrà verbalmente ciò che del Cantico Palestrina ha tradotto in musica, e cui due giorni dopo lo stesso Testolin darà suono attraverso le voci dell'Ensemble Vocale Harmonia Cordis (Basilica di San Calimero: INCONTRO venerdì 26 maggio, ore 18; CONCERTO domenica 28 maggio, ore 21.00)
Da Firenze per Firenze: queste le linee di Dufay e Isaac nei loro splendidi mottetti celebrativi quanto dell'Ensemble L'homme armé, diretto da Fabio Lombardo (Domenica 14 maggio), che da Firenze proviene. Si apre così lo spazio dei franco-fiamminghi in Italia nella programmazione del Festival, che proseguirà con una monografia su Josquin Desprez proposta dall'Ensemble De labyrintho diretto da Walter Testolin (Domenica 21 maggio), con l'esecuzione di importanti mottetti e della splendida "Missa Gaudeamus", scritta probabilmente negli anni Ottanta del Quattrocento e pubblicata a Venezia da Ottaviano Petrucci nel 1502.
Dal nord e centro Europa giungono anche i maestri che operano a Venezia all'inizio del Seicento e che dello stile veneziano si sono resi assimilatori, studiosi, elaboratori e traduttori in altra lingua e in altro spazio: Schutz e Scheidt affiancheranno Merulo e Monteverdi in una elegante 'pausa' dalla polifonia vocale (Domenica 4 giugno, Quoniam Ensemble, voce e strumenti), tra le cinque voci del Cantico palestriniano (28 maggio) e la grandiosa solennità della messa a 13 voci di Costanzo Porta (Domenica 11 giugno, Ensemble Modulata Carmina, diretto da Michelangelo Gabbrielli). In questa "Missa Ducalis" (13 voci/3 cori - 1565) si celebrano Cosimo I de' Medici e il figlio Francesco fin dalle fondamenta, ovvero dal cantus firmus che attraversa l'intera opera: Protege Cosmum ducem, principemque Franciscum. E con loro si celebrano la stirpe e il popolo fiorentino, l'arte e la conquista della famiglia de' Medici, la potenza che nel tempo ha lasciato non ricchezza certa, ma certa bellezza: la stessa che rende ancora oggi Firenze uno dei più straordinari luoghi di meraviglia del mondo.

Giuditta Comerci, Direttore artistico

 

Domenica 14 maggio
FIANDRE FIORENTINE DEL QUATTROCENTO
DUFAY E ISAAC

L’Homme Armé (Firenze)
Fabio Lombardo, direzione


Domenica 21 maggio
JOSQUIN DESPREZ: IL SUONO DELLA GRAZIA
MISSA GAUDEAMUS E MOTTETTI
De labyrintho (Vicenza)
Walter Testolin, direzione

Venerdì 26 maggio - ore 18.00
CANTICO DEI CANTICI: ESEGESI TESTUALE E TRADUZIONE PALESTRINIANA
Incontro con Ernesto Borghi, Presidente dell’Associazione Biblica della Svizzera Italiana (absi.ch)
e Walter Testolin, direttore degli ensembles De labyrintho e Rosso Porpora

Domenica 28 maggio
QUEM DILIGIT ANIMA MEA
IL CANTICO DEI CANTICI DI GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA
Ensemble Vocale Harmonia Cordis (Milano)
Walter Testolin, direzione


Domenica 4 giugno
I COLORI EUROPEI DELLA LAGUNA VENEZIANA
TRA SCHÜTZ, MERULO, SCHEIDT E MONTEVERDI
Quoniam Ensemble (Veneto)
voce, trombone, dulciana e organo


Domenica 11 giugno
PROTEGE COSMUM DUCEM
LA MISSA DUCALIS A TRE CORI DI COSTANZO PORTA
Coro Modulata Carmina (Svizzera)
Michelangelo Gabbrielli, direzione

-----

Ingresso libero
fino a esaurimento posti
Via San Calimero, 9 milano (mm3 crocetta - bus 94 - tram 16, 24)

Informazioni: 347.0660724
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.